News Updates :

Umanesimo (l'umanesime)

venerdì 16 marzo 2012



Gli estensi avevano allestito a corte una biblioteca ricca di poemi francesi e franco-veneti. Alla corte estense era molto apprezzata la cultura cavalleresca (raffinata).

Umanesimo: humanae litterae. Riflessione sull’uomo.

Filologia come scienza che studia la parola, che va oltre alla ricerca del testo orinigiario di un’opera, ricostruendolo.

Con questa riscoperta dei classici si abbandona il latino medievale e si ritorna a un latino più puro e classico. (molti modelli:Cicerone canone dell’imitazione dello stile).

400: secolo bilingue (1° metà latino-2° metà volgare).

1° metà: Livio (storiografia) Cicerone (trattistica, epistole).
Trattati:
  • Poggio Bracciolini
  • Pico della Mirandola (libero arbitrio)
  • Lorenzo Balla
  • Leonardo Bruni
  • Leon Battista Alberti
Maggiore tra i poeti di lingua latina: Giovanni Pontano: l’Epidina (poesia in cui celebrava le nozze del dio Sebeto con la moglie Partenope).

Il ritorno al latino è negativo: regressione con diversità e cadenze regionali a discapito di una lingua nazionale che aveva iniziato a crearsi.

1411 (data anche della ripresa del volgare): Gara: CERTAME CORONARIO: come premio vi era una corona d’argento. Il tema era la vera amicizia. Era stata organizzata da Leon Battista Alberti e vi fu anche lui tra gli 8 concorrenti, ma la giuria ritenne che nessuno meritasse il premio.

Angelo Poliziano: grande filologo. Lingua: toscano vivo (ancora regionale).

Teatro

Ripresa del teatro regolare italiano: ripartizione in atti e in scene.
Recupero della commedia latina classica (numerose commedie di Plauto e Terenzio), scrisse anche “la Cassaria” e i “Suppositi”. Sfondo: città di Ferrara “Il Negromante” (mago iachelino, ciarlatano). “La Lena”: capolavoro. “I studenti”: un po’ dialettale. “S” impura, con la “I”.
Share this Article on :
Ads arab tek

© Copyright Universtudy 2010 -2011 | Design by Herdiansyah Hamzah | Published by Borneo Templates | Powered by Blogger.com.