News Updates :

Principali differenze tra prosa e poesia

martedì 25 febbraio 2014

primi testi letterari sono in versi. Perché?
Perché il ritmo e i suoni della poesia favorivano la memorizzazione in un’epoca in cui la trasmissione del sapere era quasi del tutto orale (pochi sapevano scrivere o leggere).
Il ritmo, infatti, è molto importante nelle poesie. Non solo: la poesia nasce con accompagnamento musicale. Non è un caso che alcuni tipi di poesia vengano chiamati “canzoni” o “ballate”.
Inoltre la poesia per la sua lontananza dal normale modo di esprimersi appariva come qualcosa di divino, eccezionale, speciale

Vediamo le differenze tra prosa e poesia.
La differenza primaria tra prosa e poesia consiste nel fatto che nella prosa le pagine sono occupate in tutto lo spazio disponibile da righe regolari (LA PROSA RIEMPIE TUTTA LA PAGINA); nella poesia, invece, alcune righe sono più lunghe, altre più corte, e ci sono molti spazi bianchi. In altre parole la poesia è caratterizzata dalla disposizione delle parole in righe di lunghezza diversa, ossia i VERSI.
Inoltre nel testo poetico esistono CORRISPONDENZE DI SUONI (cioè parole che hanno suono simile: pensa alle rime, alle assonanze, e alle consonanze) e spesso i versi sono raggruppati in sezioni separate graficamente le une dalle altre (le STROFE).
La poesia pertanto è un linguaggio elaborato secondo regole particolari che lo rendono diverso da quello della prosa.
Nella poesia poi i SIGNIFICANTI acquisiscono una loro autonomia (le parole che appaiono nel testo vengono scelte non solo per il loro significato, ma anche il significante: è molto importante come“suona” una poesia).

Insomma, il significante (i suoni che compongono una parola) rimanda a un significato, ma in poesia i significanti hanno una carica di significato che va oltre quello normale.

Nella poesia, poi, si trovano spesso FIGURE RETORICHE (ci sono anche nella prosa; ma nella poesia sono molto più frequenti e importanti).

Prosa
Poesia
Prende tutta la pagina




È più importante il significato del significante


C’è qualche figura retorica
Ci sono molti spazi bianchi e si va a capo prima che   finisca la pagina. La poesia infatti è composta da VERSI (uniti in STROFE)

Il SIGNIFICANTE (il suono delle parole) ha tanto valore quanto il significato

Ci sono molte FIGURE RETORICHE

Differenza tra piano denotativo e connotativo
Altre due definizioni che bisogna conoscere sono quelle di denotazione e connotazione
Denotazione
È il significato letterale di una parola
Connotazione
È il significato che una parola assume in un determinato contesto

Esempio: Se scrivo “deserto”, penso subito al luogo assolato e senz’acqua; ma se scrivo “In questo momento sono un deserto di idee”, la parola “deserto” prende un altro significato, un’altra connotazione (significa che ho un vuoto di idee)

Ciò vale anche per tutta una poesia. Così potrò distinguere un:
·       Piano DENOTATIVO: è l’interpretazione letterale del testo
·       Piano CONNOTATIVO: è quello che il testo poetico comunica in più rispetto al suo significato letterale, il suo “vero” significato

La MISURA DEL VERSO.
Cosa significa misura del verso? È la lunghezza del verso (quante sillabe contiene un verso)

Differenza tra poesia dell’800 e quella del 900.
Nella poesia del 1900 sono più presenti i versi liberi.
·       VERSI LIBERI (non seguono le regole della metrica tradizionale)
·       VERSI SCIOLTI (sono versi tradizionali, seguono le regole della metrica: ma non ci sono rime).

FIGURE METRICHE 
Se conto le sillabe di un verso (es. endecasillabo, 11 sillabe) seguendo le regole della grammatica, a volte posso avere 10 o 12 sillabe. Ha sbagliato il poeta? No. Vuol dire che sono state usate delle figure metriche.

Ci sono quattro figure metriche:
·       SINALEFE. Permette di legare due sillabe vicine. Come? Lega la vocale finale di una parola con la vocale iniziale della parola successiva.
·       DIALEFE. Quando NON ci può essere la fusione tra le vocali come nella sinalefe. Perché? Perché una delle vocali è accentata. Opposto della sinalefe.
·       SINERESIFonde due sillabe della stessa parola che hanno due vocali vicine.
·       DIERESI. In questo caso il dittongo viene diviso in due (segnalata graficamente con i due puntini sulla vocale). Opposto della sineresi.

TIPI DI VERSI
Nome del verso
Numero di sillabe
Trisillabo
3 , accento (ictus) sulla 2 sillaba
Quaternario / quadrisillabo
4
Quinario
5
Senario
6
Settenario
7  , ictus fisso sulla 6
Ottonario
8
Novenario
9
Decasillabo
10
Endecasillabo
11 , l’autore ha più possibilità di mettere l’accento

Settenario e endecasillabo sono i versi più usati.
Dire dove sta l’accento è importante, perché l’accento definisce il ritmo.

Musicalità e ritmo sono dati dalle RIME, dalle SCELTE LESSICALI (scelta delle parole e dei loro suoni) e dalla COSTRUZIONE SINTATTICA (come è costruita una frase).


LA RIMA
Definizione: la rima è la perfetta uguaglianza dei suoni finali di due parole a partire dalla sillaba accenta.
Ricorda:
·        Parole tronche: accento sull’ultima sillaba
·        Parole sdrucciole: accento sulla terzultima
·       Parole piane: accento sulla penultima

Spesso in rima sono messe le PAROLE-CHIAVE (le parole più importanti per la poesia: quelle che guidano il lettore alla comprensione del messaggio della poesia).

Da conoscere sono anche i concetti di:
·       RIMA EQUIVOCA à rima tra due parole che sono uguali nel suono, ma con significato diverso (“franco” come aggettivo, ossia libero, o come sostantivo, cioè la moneta)
·       ASSONANZA à es. “sala” e “gara: sono uguali le vocali e diverse le consonanti
·       CONSONANZA à es. “sotto” e “gatti”: sono uguali le consonanti e diverse le vocali

TIPI DI RIME
·       BACIATE: AA
·       ALTERNATE: ABAB
·       INCROCIATE: ABBA
·       RIPETUTE: ABC ABC
·       INCATENATE:  ABA BCB CDC
·       INVERTITE: ABC ACB
·       RIMA INTERNA: si trova all’interno del verso


FONOSIMBOLISMO à i suoni delle parole sono il simbolo di un concetto. Suoni aspri e duri possono, ad esempio, essere simbolo di dolore e sofferenza. Simbolo = qualcosa di concreto che rappresenta qualcosa di astratto.

LE STROFE
Definizione à Sono raggruppamenti di versi (unità metriche) separati da uno spazio da altre strofe.
A seconda del numero di versi che la compongono, una strofa può chiamarsi DISTICO (due versi), TERZINA (3), QUARTINA (4), SESTINA (6), OTTAVA (8), NONA RIMA (9)
Le varie strofe presuppongono un certo tipo di schema di rime. La strofa libera, invece, non ha un suo schema fisso.


I COMPONIMENTI METRICI
Ci sono vari tipi di componimento poetico: sonetto, canzone, ballata ecc. Ognuno di questi ha una sua struttura e delle sue regole.
·       SONETTO: è una poesia composta da 2 quartine (strofe di 4 versi) e 2 terzine (strofe di 3 versi). I versi devono essere endecasillabi. Nelle quartine le rime possono essere alternate o incrociate; le rime delle terzine possono essere alternate, ripetute o invertite.
·       CANZONE: è un tipo di poesia tipico di Petrarca. Le strofe della canzone sono dette stanze; una canzone è formata da 5 o più stanze; i versi sono endecasillabi o settenari. Di solito la canzone si conclude con quello che si chiama “commiato” (saluto finale). Leopardi riprenderà la canzone, ma con regole meno rigide rispetto a quelle di Petrarca.
·       BALLATA: è caratterizzata dal ritornello (o ripresa). Anche qui, come per la canzone, di solito i versi sono endecasillabi e settenari.
·       ODE: è un tipo di poesia in cui si fa la lode di qualcosa (es., “5 maggio” di Manzoni); il tono è solenne
·       MADRIGALE: si diffonde dal 1800 in poi ed è in genere di argomento malinconico (es. poesie di Pascoli)
·       CARME: testo di tono solenne e alto, di contenuto religioso, civile o sociale, in endecasillabi (es. “Sepolcri” di Foscolo)

Per il compito di sabato, valido per l’orale:
·       sapere tutto ciò che riguarda la teoria dell’analisi del testo in prosa (ripasso)

·       sapere tutto ciò che abbiamo fatto sulla poesia
Share this Article on :
Ads arab tek

© Copyright Universtudy 2010 -2011 | Design by Herdiansyah Hamzah | Published by Borneo Templates | Powered by Blogger.com.