News Updates :

MANUALE DI LINGUISTICA GENERALE: GENERALITA’

mercoledì 21 maggio 2014

Definizione della disciplina:
La linguistica generale è il ramo delle scienze umane che si occupa di che cosa sono e come funzionano le lingue. Oggetto della linguistica sono le lingue storico-naturali, cioè le lingue nate spontaneamente lungo il corso della civiltà umana e usate dagli esseri umani: l’italiano, il francese, il romeno, lo svedese, il russo, il cinese, il tongano, il latino, il sanscrito, lo swahili, il tigrino, il piemontese…

Il linguaggio verbale umano:
Il linguaggio verbale umano è il termine usato per indicare le lingue storico-naturali. il linguaggio verbale umano è uno degli strumenti e dei modi di comunicazione a disposizione dell’homo sapiens.
Un segno è qualcosa che sta per qualcos’altro che serve per comunicare questo qualcos’altro.
La definizione di comunicazione in senso largo implica il fatto che tutto può comunicare; mentre una definizione di comunicazione più ristretta implica l’intenzionalità: si ha comunicazione quando c’è un comportamento prodotto da un emittente al fine di far passare dell’informazione e che viene percepito da un ricevente come tale; altrimenti si ha un semplice passaggio di informazione.

Segni, codice:
Il segno è l’unità fondamentale della comunicazione. Esistono diversi tipi di segni:

  1. INDICI: motivati naturalmente/non intenzionali basati sul rapporto causa-effetto
Nuvole scure = sta per piovere

  1. SEGNALI: motivati naturalmente/usati intenzionalmente
Sbadiglio volontario = “sono annoiato”

  1. ICONE: motivati analogicamente/intenzionali basati sulla similarità di forma o struttura, riproducono proprietà dell’oggetto designato.
Cartine geografiche, mappe…

  1. SIMBOLI: motivati culturalmente/intenzionali
Colore nero/bianco = lutto

  1. SEGNI: non motivati/intenzionali
Suono al telefono di una linea occupata

Mentre gli indici, in quanto fatti di natura, sono per definizione di valore universale, uguali per tutte le culture in ogni tempo, i simboli e i segni sono dipendenti da ogni singola tradizione culturale.
Nella comunicazione in senso stretto c’è un emittente che emette, produce intenzionalmente un segno per un ricevente.
Per codice si intende l’insieme di corrispondenze fissatesi per convenzione, fra qualcosa e qualcos’altro che fornisce le regole di interpretazione dei segni. Tutti i sistemi di comunicazione sono dei codici; i segni linguistici costituiscono il codice lingua.


Share this Article on :
Ads arab tek

© Copyright Universtudy 2010 -2011 | Design by Herdiansyah Hamzah | Published by Borneo Templates | Powered by Blogger.com.