News Updates :

Gli studi di L. da Vinci per l’allestimento della Favola di Orfeo di Poliziano

giovedì 26 giugno 2014



Degli studi di Leonardo da Vinci per la macchina teatrale del dramma pastorale di Angelo Poliziano La favola di Orfeo sopravvivono tre testimonianze autografe: i fogli 231v e 224r del Codice Arundel, conservato presso la British Library, oltre al disegno e ai due frammenti (costituivano in precedenza il foglio 50 del Codice Atlantico) presentati in questa mostra, recentemente scoperti in una collezione privata.

La favola di Orfeo di Poliziano, commissionata dal cardinale Francesco Gonzaga – figlio di Ludovico, Marchese di Mantova – è un breve poema in volgare ascrivibile all’ultimo quarto del XV secolo. L’opera di Poliziano occupa una posizione centrale nella storia del teatro: con la sua combinazione di versi in volgare e interludi musicali (purtroppo perduti) che enfatizzavano i poteri magici del canto di Orfeo, fu il primo dramma secolare italiano e un importante antecedente dell’opera lirica. Il lavoro di Poliziano, infatti, non fu solamente uno dei primi tentativi di far rivivere il dramma greco, ma servì anche come fonte d’ispirazione per le prime opere liriche: l’Euridice di Peri (1600 circa) e La favola d’Orfeo di Monteverdi (1607).

La macchina scenica per il dramma fu concepita da Leonardo tra il 1506 e il 1508, periodo in cui l’artista era al servizio del governatore francese di Milano, Charles D’Amboise. Non può essere provato su base documentaria che la macchina teatrale dell’Orfeo progettata da Leonardo sia stata effettivamente realizzata. Rimane anche incerto se il dramma sia mai stato allestito. Gli schizzi autografi per l’Orfeo sono quindi documenti unici del costante interesse di Leonardo per la progettazione di scenografie teatrali (aveva lavorato precedentemente alle scenografie di spettacoli teatrali e di feste presso la corte degli Sforza). Gli aspetti tecnici e meccanici della macchina scenica (l’uso di pulegge e un prototipo di cuscinetto a sfere) testimoniano inoltre la sua creatività nel campo della meccanica applicata.
Share this Article on :
Ads arab tek

© Copyright Universtudy 2010 -2011 | Design by Herdiansyah Hamzah | Published by Borneo Templates | Powered by Blogger.com.