News Updates :

Il Decameron, Frate Cipolla

giovedì 19 giugno 2014

1.       La novella di Frate Cipolla è la decima della sesta giornata.

2.     La tematica di fondo è nuovamente quella dell’intelligenza, ed il tema esplicito della giornata è quello di raccontare di chi è riuscito ad uscire da una situazione imbarazzante usando l’ingegno ed, in particolare, la parola.

3.     Frate Cipolla, al fine di raccogliere elemosine più cospicue, vuole mostrare una finta reliquia ai Certaldesi: vuole mostrar loro una delle penne dell’angelo Gabriele.
Due astuti giovani, Giovanni del Bragoniera e Biagio Pizzini, giocano una beffa al frate sostituendo la penna con dei carboni. Quando, nel bel mezzo della predica il frate apre la cassetta della reliquia e vi trova i carboni, inventa una storia fantastica di un viaggio immaginario e fa credere ai fedeli di aver con sé, invece che la penna dell’angelo Gabriele, i carboni su cui era stato arrostito San Lorenzo.

Ciò gli procura una cospicua elemosina da parte dei Certaldesi creduloni.
4.     Ambiente popolare ed ecclesiastico.

5.     Frate Cipolla = religioso arguto e bravo linguista, ma non molto rispettoso dei principi della religione (è beffardo)
Giovanni del Bragoniera e Biagio Pizzini = giovani molto intelligenti e astuti che giocano una beffa a Frate Cipolla, ma vengono a loro volta scherniti dal religioso

6.     Guccio Balena o Guccio Porco = aiutante di Frate Cipolla, uomo pieno di difetti
Nuta = serva di Frate Cipolla, a cui Guccio Balena fa la corte
Fedeli = gente credulona e ingenua

7.     LUOGHI GEOGRAFICI REALI: Certaldo
USI E COSTUMI: uso dei frati antoniani di mostrare reliquie false

PERSONAGGI STORICI: (forse) Guccio Balena (col nome di Guccio Porcellana).

Share this Article on :
Ads arab tek

© Copyright Universtudy 2010 -2011 | Design by Herdiansyah Hamzah | Published by Borneo Templates | Powered by Blogger.com.