News Updates :

L'ARTE A LONDRA DOPO LE SECONDA GUERRA MONDIALE

giovedì 19 giugno 2014

In questo periodo la figura umana diventa centrale per la ricerca artistica, essa viene analizzata e interpretata in modi diversi dallo scultore HENRY MOORE, FRANCIS BACON e dalla POP ART.

HENRY MOORE: SCULTURA MONUMENTALE, NEOPRIMITIVA MA ASTRATTA
  • Lo scultore si forma studiando la scultura dei primitivi e le opere dei grandi artisti contemporanei (Picasso, Gaugain e Matisse e Brancusi ) .
  • Le sue sculture sono caratterizzate da una DRASTICA SINTESI DEI VOLUMI E DELLE FORME in chiave antinaturalistica .
  • Le sue figure umane dal gusto primordiale e solenne ci appaiono come rocce modellate dagli agenti atmosferici, quasi si trattasse di un PAESAGGIO ATROPOMORFO.
  • Le curve semplici e possenti ci richiamano al periodo neoclassico di Picasso
  • Analisi dell’opera “RE E REGINA”: l’opera è stata realizzata in onore dell’incoronazione della regina d’Inghilterra Elisabetta II . Essa però non presenta alcun intento celebrativo (nei volti nono si riconoscono i personaggi) ma vuole essere una rappresentazione universale.
FRANCIS BACON: ESPRESSIONISMO EUROPEO
  • Il tema dell’angoscia esistenziale è dominante nella poetica del pittore ed il suo interesse è rivolto esclusivamente alla figura umana. La degradazione fisica e morale dei soggetti rappresentati è data attraverso le violente pennellate sulla tela che ne deformano i volti.
  • Analisi dell’opera “INNOCENZIO X”: l’artista racconta in quest’opera la condizione psicologica di un uomo terrorizzato. La scelta dell’opera di Velasquez è data dal fatto che il papa, rappresentante del Cristo in terra, si ritrova immerso in una situazione di disagio estremo per colpa dell’immoralità dell’uomo.
POP ART
Nasce a LONDRA nel 1950; la prima mostra di pop art fu nel 1956 dal titolo “THIS IS TOMORROW” .
  • I temi derivano dalla nuova cultura popolare e di massa nell’era del consumismo e del trionfo delle merci .
  • La pop art rappresenta gli effimeri miti della società di massa; in questo senso possiamo dire che la corrente pop è in estrema contrapposizione all’arte concettuale della seconda metà del 900 (INFORMALE) e riprende la provocazione e le tecniche pittoriche (collage) del NEW DADA
“COSA RENDE LE CASE DI OGGI COSI’ PARTICOLARI E ATTRAENTI?” di HAMILTON: manifesto della pop art.
  • Nell’opera vengono rappresentati gli oggetti e temi tipici della nuova società consumista (aspirapolvere, televisione, un body builder, una pin up ecc...)
  • Tutte le opere della  pop art  sono caratterizzate da colori lucenti dati a campiture piatte .
  • Anche il tema dell’erotismo è frequentemente trattato ed è ripreso dalla pubblicità, cinema ,televisione etc...
  • il tema della mercificazione del sesso sottolinea il ruolo della donna oggetto, tema principalmente trattato dall’artista ALLEN JONES ( “SEDIA”)
STATI UNITI, 1960
  • La pop art è caratterizzata dal recupero della figurazione dell’oggettualità (merci di consumo).
  • Utilizza materiali e oggetti legati al mondo della “popular culture” rielaborati attraverso tecniche di derivazione dada.
  • Gli artisti pop spostano nella sfera alta dell’arte elementi banali del commercio. in questo contesto moltissimi sono i richiami allo star system
  • Esponenti americani della pop art sono: LICHTENSTEIN, WESSELMANN, ANDY WARHOL: Lichtenstein produce opere che si rifanno al mondo del fumetto; Wesselmann invece, attraverso la sua opera “STILL FILE NUMER 36”, realizza una moderna natura morta realizzata con ingredienti tratti dal mondo contemporaneo (sandwich) e posti su un polittico quasi a volerli santificare
Esponente di maggiore punta è ANDY WARHOL: analisi dell’opera “MARYLIN”
  • Nato come grafico pubblicitario, l’artista è interessato ai processi di serializzazione applicati attraverso la tecnica serigrafica con cui realizza immagini seriali costituite da colori aggressivi estesi a tinte piatte .
  • Nelle opere dedicate a Marylin Monroe l’artista contribuisce a costruire il mito della diva .
  • In questo caso, come in tutte le altre opere, egli non inventa nulla ma attinge dalle immagini già disponibili presenti sul mercato (riviste).
  • Il primissimo piano si presenta come un “cartoon” dai caratteri fisiognomici semplificati e ne rendono immediatamente riconoscibile il personaggio
  • Per quanto riguarda invece le opere serigrafiche “INCIDENTE D’AUTO”, “CAMPBELL’S SOUP” e “COCA COLA” la fitta sequenza documenta il carattere della società di massa  che ha sostituito le immagini dei santi con quelle delle “icone” della nuova religione del consumismo. L’immagine moltiplicata dell’incidente d’auto elimina i connotati drammatici dell’evento diventando mero motivo decorativo.
DUANE HANSON: IPERREALISMO
Tra il 1970 e il 1980 negli stati uniti nasce l’iperrealismo di Duane Henson, scultore statunitense che realizzò numerosi lavori realistici che rappresentano gente comune (“DONNA CON CANE”) .
L’arte iperrealista riproduce la realtà nel modo più oggettivo possibile e costringendo così lo spettatore ad entrare in rapporto con il clone della realtà rappresentata in modo talmente vero da provocare disagio.

Alla fine degli anni ‘70 nasce in Italia e in Germania un nuovo linguaggio artistico: il NEOIMPRESSIONISMO TEDESCO e la TRANSAVANGUARDIA ITALIANA, questi movimenti ritornano alla tradizione artistica dell’espressionismo tedesco e francese e alla pittura di De Chirico .

Di grande rilievo in Germania nel periodo definito “RTORNO ALLA PITTURA” è KIEFER in cui i quadri sono un ritorno ala tradizione artistica paesaggistica romantica tedesca.
Share this Article on :
Ads arab tek

© Copyright Universtudy 2010 -2011 | Design by Herdiansyah Hamzah | Published by Borneo Templates | Powered by Blogger.com.