News Updates :

"Sono con te", di Gibran Khalil

giovedì 10 luglio 2014

Vivrò al di là della morte,
e canterò al tuo orecchio
anche dopo che l'onda immensa
mi avrà ricondotto nell'immenso abisso.
 
Siederò alla tua mensa,
benché privo di corpo,
e mi recherò con te fra i campi,
spirito invisibile.
 
Mi metterò con te a lato del fuoco,
ospite non visto.
 
La morte non cambia se non le maschere
che ci coprono il volto.
 
Boscaiolo rimane il boscaiolo,
agricoltore l'agricoltore,
e colui che scioglie la sua canzone al vento
la canterà anche alle mobili sfere.
(The Garden of the Prophet)
Share this Article on :
Ads arab tek

© Copyright Universtudy 2010 -2011 | Design by Herdiansyah Hamzah | Published by Borneo Templates | Powered by Blogger.com.